6° CorrinCava, tra caldo e polvere trionfano Di Cecco e Caputo

di Raffaele Luciano

Rispettate fedelmente le previsioni della 6°CorrinCava, doveva esserci il caldo e caldo è stato, doveva essere una festa e lo è stato, cosi come confermata la grande partecipazione alla gara divenuta oramai un appuntamento importante per i podisti italiani. Già dal primo pomeriggio al via le operazioni preliminari per le gare giovanili, scattate alle 16:00 in punto che hanno coinvolto 300 ragazzi di tutte le età provenienti anche da altri comuni, per loro 4 gare di distanza diversa in ragione dell’età dei giovani atleti. Dalle 17:00 la piazza antistante la Villa Comunale di Apricena si anima e colora con i 400 podisti e gli accompagnatori che prenderanno il via della gara. Veloce il ritiro dei pettorali e del pacco gara, manicotti tecnici e occhiali da sole per tutti gli iscritti. Foto di rito con l’immancabile Antonio Bronda e la gradita presenza di Francesco Valente.

Partenza rinviata di 15 minuti, dopo lo sparo prendono subito il largo Alberico di Cecco, Matteo Notarangelo e Antonello Petrei, dopo i primi 2 km nel centro abitato salita verso le cave con le prime 4 donne a darsi battaglia, Teresa Lelario all’esordio in questa gara corre fianco a fianco con le foggiane Libera Caputo e Alessandra Foglia, più distaccata Sonia Quattrocchi, al 7 km passaggio spettacolare nelle cave di Apricena, e rientro verso il centro abitato e il meritato traguardo. Chiude in 45.01 Alberico di Cecco della Vini Fantini, che precede il corregionale Antonello Petrei della Daunia Running e Angelo Raffaele Nanula dell’Amatori Acquaviva al rientro dopo un momento no. Tra le donne terzo successo stagionale per Libera Francesca Caputo tesserata per la Running Club Torremaggiore che precede l’esperta Teresa Lelario tesserata per l’Athletica Academy Bari e la gagliarda Alessandra Foglia della Podistica Lucera. 383 gli arrivati, ai quali si aggiungono un centinaio di partecipanti alla non competitiva e 10 atleti squalificati.

Un bilancio sicuramente positivo per l’Apricena in Corsa, società organizzatrice della gara, un risultato frutto di un lavoro costante e capillare che porterà questa gara a grandi risultati.